+39 089 252423 info@giardinodellaminerva.it

Verbascum thapsus L. - Verbasco

 

I fiori, dal profumo di miele, aromatizzano i liquori e forniscono una crema emolliente per la pelle. Le foglie e i fiori, espettoranti e antispasmodici, sono usati per curare la tosse secca e per preparare un tabacco di erbe medicinali. La ricerca ha confermato l'attività antitubercolare degli estratti della pianta. Il fumo delle foglie veniva utilizzato dagli indiani d'America per stimolare le emozioni. I fiori riducono le infiammazioni dovute all'eczema e sono cicatrizzanti; l'olio ottenuto dai semi cura l'orticaria e le screpolature della pelle; la radice è diuretica; la tintura omeopatica cura l'emicrania e il mal d'orecchie. I peli delle foglie sono adatti per preservare gli indumenti, per accendere il fuoco e come bendaggio di emergenza.

 

Citazioni

 

«Dioscoride: due generi: maschio e femmina - il maschio è bianco, la femmina è nera - maschio a foglie oblunghe e strette, stelo sottile come il seme - femmina a foglie simili al caulicolo (= piccolo cavolo ?) ma più aspre e larghe - stelo di un cubito ed è bianco e rugoso - fiori verdi e bianchi - seme nero - radice dura di un pollice - nasce nei campi - barbasso silvestre con fiori gialli come il prassio e foglie che si appoggiano sul terreno e sono tondeggianti - altra specie che i latini chiamano erba lucernale (brilla nell’ombra) - c’è un altro genere detto liguitis o trialis - ha tre o quattro foglie o più, pingui, rugose e grosse - molti se ne servono nelle lucerne».

[cit. Mattheus Sylvaticus, Opus Pandectarum Medicinae, Venezia 1523, c. 274, Flommos]



Immagine

Immagine

Verbascum thapsus L. - Verbasco

Pianta

Informazioni Generali

Orari Giardino della Minerva.
Da Martedì a Domenica: 09,30 - 20,00 | Lunedì: chiuso.