+39 089 252423 info@giardinodellaminerva.it

Polygonatum odoratum (Mill.) Druce - Sigillo di salomone

 

Inutilizzata dalla medicina ufficiale, in quella popolare questa droga è stata a lungo impiegata internamente come diuretico ed esternamente per impacchi su contusioni ed ematomi. La terapia antroposofica usa preparati simili, per esempio, contro cicatrici ipertrofiche e lentiggini.

 

Citazioni

 

«Serapione: foglie simili alle foglie di mirto agreste ma più grandi e molli - frutto interno alla foglia grande quanto un cece di color rosso sangue - rami di lunghezza di due palmi o più e radici simili al mirto agreste ma più molli e profumate, tendenti al rosso - luoghi montuosi - si usa la radice viene anche denominata gara alexandrie (arabo) o laurus alexandrie - Plinio la chiama camedagone, la compara al mirto e dice che ha foglie più aguzze, morbide e candide e il seme è più grande del mirto - secondo Galeno il nome di questa pianta è sigillo di Salomone - le sue foglie sono simili alle foglie del lauro ma più piccole, sottili e dolci, verdi - frutti tondi e rossi che aderiscono alle foglie - i rami freschi sono commestibili».

[cit. Mattheus Sylvaticus, Opus Pandectarum Medicinae, Venezia 1523, c. 203, Dafnoides]



Aiuta molto, nell’identificazione di questo semplice, la xilografia e il testo del capitolo dell’Herbario nuovo di Durante dedicato al Lauro alessandrino. L’immagine infatti corrisponde al Sigillo di Salomone, così come la descrizione; tra i sinonimi del testo di Durante va segnalato l’arabo «Gar Alexandriae», molto simile al «Gara alexandrie» riportato da Silvatico.



Immagine

Immagine

Polygonatum odoratum (Mill.) Druce - Sigillo di salomone

Pianta

Informazioni Generali

Orari Giardino della Minerva.
Da Martedì a Domenica: 09,30 - 20,00 | Lunedì: chiuso.