+39 089 252423 info@giardinodellaminerva.it

Plantago lanceolata L. - Piantaggine lanceolata

 

Le foglie sono un efficace rimedio mucolitico e lenitivo in caso di catarro nelle vie aeree. Le proprietà antitussive dei polisaccaridi mucillaginosi e quelle astringenti dei tannini sono integrate da principi attivi antinfiammatori e antibatterici quali aucubina e acteosidi, senza tuttavia impedire l'espettoramento delle secrezioni bronchiali. Inoltre, sono stati dimostrati effetti antispasmodici e coagulanti. Le foglie sono più raramente usate in caso di irritazioni delle mucose del cavo orale e della gola (per sciacqui e gargarismi) e alterazioni infiammatorie della pelle (come impacco). Sin dall'antichità, la medicina popolare consiglia l'applicazione di foglie appena schiacciate sulle punture di insetti, per evitare reazioni infiammatorie. I semi sono ormai usato di rado come lassativo, per via della loro (seppur bassa) capacità di assorbimento.

 

Citazioni

 

«Un solo stelo di un cubito sul quale c’è un capitello con fiore verde - radici sottili, profumate e viscide come l’elleboro - nasce in luoghi umidi».

[cit. Mattheus Sylvaticus, Opus Pandectarum Medicinae, Venezia 1523, c. 29, Almea]



«Varie specie - nelle sue foglie ci sono sette nervature - stelo che si inclina verso terra con molti ramoscelli - fiore giallo - il seme è alla radice della lingua - stelo angoloso tendente al rosso lungo un braccio, alla sommità c’è il seme - radici morbide della dimensione di un dito, con peli bianchi - la maggiore ha steli più aspri e foglie larghe simili alla verdura che si mangia».

[cit. Mattheus Sylvaticus, Opus Pandectarum Medicinae, Venezia 1523, c. 58, Arnoglossa]



Immagine

Immagine

Plantago lanceolata L. - Piantaggine lanceolata

Pianta

Informazioni Generali

Orari Giardino della Minerva.
Da Martedì a Domenica: 09,30 - 20,00 | Lunedì: chiuso.