+39 089 252423 info@giardinodellaminerva.it

Berberis vulgaris L. - Crespino

 

È adatto al trattamento delle malattie mentali renali, contro i calcoli urinari e anche per stimolare al meglio l'attività gastrica ed epatica. Trova inoltre applicazione nel trattamento del sistema circolatorio. In piccole dosi, è catartico, colagogo e diuretico; in forti dosi produce uno stato di torpore, vomito, diarrea e addirittura paralisi delle vie respiratorie. I frutti si raccolgono in autunno, a piena maturazione, e possono essere mangiati freschi, in conserva o essiccati. Hanno un sapore aspro e contengono grandi quantità di vitamina C. Servono per preparare tè o tisane rinfrescanti, sciroppi e marmellate.

 

Citazioni

 

«Spina acuta - albero simile ai peri silvestri - frutti simili al grano di mirto ma più grandi, rossi e fragili».

[cit. Mattheus Sylvaticus, Opus Pandectarum Medicinae, Venezia 1523, c. 39, Amiberberis]



«Sono frutti freddi e secchi al secondo grado. Sono lunghi, rotondi e hanno un colore tendente al nero. Bisogna sceglierli interi e privi di buchi. È possibile conservarli sette anni. Sono efficaci contro le malattie da febbre: preparare uno sciroppo con l'acqua nella quale sono stati cotti e aggiungere dello zucchero. Contro l'infiammazione del fegato, la polvere di questi frutti con succo di morella dolce-amara forma un impiastro efficace. Contro i dolori della testa provocati dal caldo, lasciare immersi una notte questi frutti in acqua e al mattino darla da bere».

[cit. Le livre des simples médecines, ms. 12322 Bibliothèque Nationale de Paris]



Immagine

Immagine

Berberis vulgaris L. - Crespino

Pianta
Image: Ms London, British Library, Egerton 747, fol. 15r.

Informazioni Generali

Orari Giardino della Minerva.
Da Martedì a Domenica: 09,30 - 20,00 | Lunedì: chiuso.