+39 089 252423 info@giardinodellaminerva.it

Asparagus acutifolius L. - Asparago

PARTI UTILIZZATE O DROGA:turione(giovane fusto della pianta),radici- PRINCIPIATTIVI:vitamine(A,B,B2,),aminoacidi(asparagina),oligoelementi(manganese,sodio,potassio,calcio,fosforo) PROPRIETA’: MODO D’USO: L'asparago selvatico è un suffrutice sempreverde dalle foglie aghiformi (cladodi), molto diffuso nelle regioni mediterranee. Il germoglio dell'asparago coltivato (turione) si consuma giovane e contiene un gran numero di sostanze: vitamina A, B, B2, aminoacidi, numerosi oligoelementi, ecc. Il rizoma sotterraneo, a radici carnose e ad alto tenore zuccherino, contiene una saponina e tracce di olio essenziale; lo sciroppo delle cinque radici è preparato con le radici dell'asparago, oltre che con quelle del sedano selvatico, del pungitopo, del finocchio selvatico e del prezzemolo. L'asparago, diuretico per stimolazione diretta del rene, è sconsigliato ai sofferenti di gotta, di litiasi o di reumatismi; è bene tener presente, inoltre, che, consumato crudo, provoca spesso razioni allergiche.

Citazioni

«Quando si seppelliscono le corna di ariete in terra, nascono gli asparagi - Serapione su autorità di Galeno dice che la sua prima virtù è desiccativa - sblocca l’otturazione dl fegato e dei reni con il seme e la radice - Galeno, nel “De cibis”: diuretico e poco nutriente».

[cit. Mattheus Sylvaticus, Opus Pandectarum Medicinae, Venezia 1523, c. 563, Naliop]



Immagine

Immagine

Asparagus acutifolius L. - Asparago

Pianta
Image:

Informazioni Generali

Orari Giardino della Minerva.
Da Martedì a Domenica: 09,30 - 20,00 | Lunedì: chiuso.