+39 089 252423 info@giardinodellaminerva.it

Artemisia absinthium L. - Assenzio vero

 

L'assenzio è spesso utilizzato in trattamenti interni, puro o miscelato, per stimolare l'appetito, la secrezione dei succhi gastrici e biliari, contro le coliche intestinali, come pure i parassiti intestinali (stomacale, amaro e colagogo). Si prepara per questo scopo un infuso con una proporzione di 1 o 2 cucchiaini di steli tagliati per ogni tazza d'acqua, o consumando direttamente la polvere per 1 g., 3 volte al giorno. Il decotto di assenzio è usato in gargarismi e in impacchi su contusioni. Dal gambo fresco si ottiene l'olio essenziale cha fa parte della composizione di una tintura che allevia i crampi. Attenzione: un consumo prolungato, soprattutto di bevande alcoliche a base di assenzio, provoca una forte dipendenza che si manifesta attraverso crampi, perdita di conoscenza e perfino seri disturbi nervosi irreversibili.

 

Citazioni

 

«Assenzio dolce è l’aneto - ce n’è un altro detto marino, ed è lo sticados citrinum (=ascucados) - ce n’è uno cretese e uno nabateo o pontico - il migliore è quello che vegeta lontano dal mare - ha foglie bianche, lisce e piane - quello rugoso è cattivo - si raccoglie in primavera - i fiori d’estate - due proprietà contrarie: lassativo e astringente (è amaro) - Serapione: cuscute romanum - scheha romanum (secondo altri) - tre specie: normale, saricon, sandonicum - il saricon nasce in Chirochia (Asia): erba sottile nelle foglie, simile all’abrotano, piena di seme - centonica: specie che nasce in Galizia».

[cit. Mattheus Sylvaticus, Opus Pandectarum Medicinae, Venezia 1523, c. 5, Absithium]



Immagine

Immagine

Artemisia absinthium L. - Assenzio vero

Pianta
Image: Ms London, British Library, Egerton 747, fol. 6r.

Informazioni Generali

Orari Giardino della Minerva.
Da Martedì a Domenica: 09,30 - 20,00 | Lunedì: chiuso.