+39 089 252423 info@giardinodellaminerva.it

Alpinia zerumbet (Pers.) B.L. Burtt. et R.M. Sm. - Fior di Conchiglia

 

Le foglie aromatiche sono utilizzate per avvolgere il riso o i pesci durante la cottura, il rizoma è utilizzato come sostituto dello zenzero, l’apice dei giovani fusti, le foglie e i fiori sono consumati localmente bolliti. I fusti, costituiti per il 50% di cellulosa, sono impiegati nella fabbricazione della carta. Parti della pianta sono variamente utilizzati nella medicina popolare, non solo nelle aree di origine, ma anche in quelle in cui è stata introdotta e si è naturalizzata da tempo, come il Brasile e i Caraibi, principalmente come diuretici, antipertensivi, antiulcerogenici, antiossidanti e sedativi; i suoi principi attivi sono oggetto di numerose ricerche per il possibile utilizzo nella farmacopea ufficiale.

 

Citazioni

 

«È la radice di un’erba delle terre oltremare ed è viscida - Paolo: si conserva per 10 anni: contro la tosse, il mal di pancia, in salsa col rosmarino pane e aceto è aperitivo - Serapione: sono radici rotonde, simili nel sapore e nel colore allo zenzero e vengono dal paese di Sceni».

[cit. Mattheus Sylvaticus, Opus Pandectarum Medicinae, Venezia 1523, c. 714, Zedoaria]



Immagine

Immagine

Alpinia zerumbet (Pers.) B.L. Burtt. et R.M. Sm. - Fior di Conchiglia

Pianta

Informazioni Generali

Orari Giardino della Minerva.
Da Martedì a Domenica: 09,30 - 20,00 | Lunedì: chiuso.