+39 089 252423 info@giardinodellaminerva.it

Umbilicus rupestris (Salisb.) Dandy – Ombelico di Venere

 

Il nome del genere Umbilicus deriva dalla caratteristica delle foglie che partono tutte dalla base e i cui piccioli sono inseriti proprio al centro della lamina fogliare, sul rovescio. La foglia, che è quasi concava, come un piccolo cratere, assomiglia per la sua forma a un ombelico. Un tempo usato come diuretico, l'ombelico di Venere, nel XIX secolo, stando ai testi di alcuni botanici, sarebbe stato efficace nei casi di epilessia, ribelle ad altri trattamenti. Attualmente si usa solo per trattamenti esterni.

 

Citazioni

 

«Foglie simili all’acetabolo, quasi rotonde e alte e concave - stelo breve sul quale è posto il seme - radice quasi rotonda, come l’oliva - un’altra specie con foglie grosse, più larghe e spesse come linguette - le foglie che sono intorno alla radice sono come un occhio e poi in mezzo c’è una specie di macchia come l’aysdo maggiore (ambrosia mayor c.38) - gusto astringente».

[cit. Mattheus Sylvaticus, Opus Pandectarum Medicinae, Venezia 1523, c. 182, Cotilidon]



Immagine

Immagine

Umbilicus rupestris (Salisb.) Dandy – Ombelico di Venere

Pianta

Informazioni Generali

Orari Giardino della Minerva.
Da Martedì a Domenica: 09,30 - 20,00 | Lunedì: chiuso.